Mostra di Andy Warhol ad Asolo: “30 years later” per celebrare il grande artista della pop art! (28/1-17/4 ’17)

Quest’oggi usciamo dalla provincia di Padova per proporvi un’iniziativa che vale doppiamente la pena: è in programma infatti dal 28 gennaio al 17 aprile la mostra di Andy Warhol ad Asolo, la città dei cento orizzonti, presso il Museo Civico, una splendida occasione per visitare un’esposizione dedicata ad un grande artista del Novecento e per visitare Asolo, altrettanto splendido borgo della marca trevigiana, inserito nella prestigiosa lista dei borghi più belli d’Italia!

La mostra di Andy Warhol ad Asolo è organizzata dall’ Assessorato alla Cultura del Comune di Asolo in collaborazione con il Museo Civico, Lapis e MV Eventi di Vicenza. L’esposizione, curata da Matteo Vanzan ed Enrica Feltracco, è intitolata “Andy Warhol: 30 years later” per celebrare il 30 anniversario dalla morte del grande artista della Pop Art americana che così tanto ha ispirato e connotato con la sua arte il suo tempo.

Andy Warhol nacque a Pittsburgh il 6 agosto 1928 da genitori emigrati dalla Cecoslovacchia e morì a New York il 22 febbraio 1987. L’arte di Andy Warhol è divenuta riconoscibile per l’ironia ed il desiderio di provocare dell’artista, un artista che pare voler far propria la filosofia da “supermarket” realizzando opere in modo seriale, ripetendo in modo ossessivo un’azione, limitando il gesto artistico ma esaltandone proprio la serialità perché l’obiettivo era quello di creare “icone”.

Alla mostra di Andy Warhol ad Asolo saranno presente alcune delle più celebri opere: quelle dedicate a Marilyn Monroe, Mao Zedong, Flowers, Dollari ed anche alcuni libri pubblicati nel 1967 e raramente esposti prima d’ora. Sono quelle famose opere che rappresentano la nostra società, persone ed oggetti che conosciamo tutti bene. Tuttavia si tratta di “icone riconosciute e riconoscibilisostiene Enrica Feltracco, una delle curatrici, che, sottratte al loro abituale contesto, producono un effetto straniante grazie al quale acquistano nuova vita e dignità estetica, creando una cornice artistica in grado di caricarle di valori prima assenti. In questo modo il concetto di unicità dell’opera d’arte vacilla, mentre in costante ascesa è l’importanza della fase creativa“.

“Andy Warhol: 30 years later” sarà anche l’occasione per raccontare il “mondo” di Warhol fatto di genialità, comunicazione, business e consumismo ed il ruolo della Factory divenuto luogo propulsivo dell’arte statunitense ma anche di guardare oltre l’immagine di Andy Warhol come superstar dell’arte e riuscire a cogliere il volto più umano di un artista sensibile e timido divenuto sperimentatore dalle grandi doti comunicative.

L’esposizione, tra le più interessanti mostre in Veneto in programma in questo inizio 2017, sarà allestita all’interno del Museo Civico di Asolo (link al post della “collega” trevisana Valentina Facchin sul suo “local blog” Around and about Treviso) che si potrà visitare anche nella sua collezione permanente dedicata alla storia del borgo fin dalla preistoria. Insomma visitare Asolo è sempre una buona idea, farlo nel periodo in cui sapete (ora voi che leggete lo sapete e non avete scuse!!) esserci la mostra di Warhol ancora di più! Per ulteriori info su Asolo: http://www.asolo.it/

Link alla prevendita: https://billetto.it/it/andy-warhol-30-years-later

La mostra “Andy Warhol: 30 years later” sarà aperta il giovedì e il venerdì dalle 15.00 alle 19.00, il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00, con biglietto d’ingresso di 8 euro.

Per info: http://www.museoasolo.it/andy-warhol-30-years-later/


Alberto Botton

http://about.me/abotton

Condividi il post! ;)