Padova città d’arte dalle molte anime

Padova da scoprire

Padova è indubbiamente una delle più belle città d’arte italiane, non lo dico io la cui opinione forse è un po’ troppo di parte, ma è un fatto riconosciuto. Visitare Padova vale la pena in quanto città d’arte dal notevole patrimonio artistico ma anche per le testimonianze della sua antica storia, che si possono scorgere camminando lungo vie e piazze o visitando i numerosi monumenti e musei.

Per info su Padova leggi anche “La città ed il territorio” e la “Storia di Padova”.

Padova città del santo, Padova città della scienza, Padova città universitaria …Padova città d’arte dalle molte anime! Padova è infatti nota come la “Città del Santo”, grazie all’importanza della figura di Sant’Antonio che da secoli esercita un grande richiamo per i pellegrini di tutto il mondo e per l’affetto dei padovani nei confronti di quello che considerano il “loro” Santo. Tra i padovani, Padova a è anche nota come la Città dei 3 senza, la Città del Santo senza nome (Sant’Antonio è per tutti il Santo, non occorre specificare), Prato senza erba (il Prato della Valle un tempo era una piana di terra), il Caffè senza porte (Il Caffè Pedrocchi fino ai boambardamenti nella prima guerra mondiale) era senza porte e sempre aperto.

Entrambe, “Città del Santo”, e “Città dei 3 senza” non possono certo costituire quel che si dice il “brand” della città ai giorni nostri visto che l’identità ed il ruolo nel cattolicesimo di Padova, di certo non basta a comprendere la città, e il definirsi in “virtù” di 3 mancanze non si può dire una grande trovata pubblicitaria.

Decisamente meglio fece qualche anno fa, il portale turistico del comune di Padova di allora, che ha adottato come “pay off” quel “Nursery of Art” contenuto nel primo atto della Bisbetica Domata di Shakespeare, dedicato a Padova. Se la Bisbetica Domata, per il contenuto non è spendibile oggi a scopi promozionali senz’altro lo è l’omaggio che fece il grande drammaturgo alla nostra città.

           Per il grande desiderio che avevo di vedere | la bella Padova, culla delle arti sono arrivato… | ed a Padova sono venuto, come chi lascia | uno stagno per tuffarsi nel mare,  ed | a sazietà cerca di placare la sua sete.  

For the great desire I had to see | fair Padua, nursery of arts, I am arrived… | and am to Padua come,  as he that leaves | a shallow plash to plunge in the deep, and | with satiety seeks to quench his thirst (Lucenzio, atto 1, Scena 1)

1555373_10202845742844029_687605412_nPadova è una città che nei secoli ha guadagnato in complessità e non è certamente facile comprenderla e racchiudere la sua immagine dentro facili schemi, un’immagine e una percezione di città che non è univoca e condivisa neppure tra i cittadini. “Culla delle arti” è una definizione felice perché comunica il ruolo di città d’arte di Padova e le “culle” che promuovono cultura, come l’Università degli Studi di Padova, tra le più antiche in Italia, seconda solo a Bologna, possono determinare conseguenze positive anche in altri settori.

Padova, Città d’arte, dunque, Città del Santo , ma anche città universitaria, città della scienza e della medicina, culle delle arti e quindi città dell’affresco (grazie alla ricchissima stagione trecentesca in cui la Corte dei Carraresi attrasse in città moltissimi artisti di ogni forma espressiva, letterati e uomini di cultura). Per via della conformazione geografica, Padova è città d’acque, e lo era ancora di più prima del tombinamento della maggioranza dei canali del centro storico nel corso del secolo scorso. Analizzando il cambiamento ed il trend demografico, Padova può dirsi anche città multiculturale.

Quello di Visitare Padova oltre ad essere un consiglio che mi sento di dare da padovano d.o.c è anche la sezione “turistica” di questo blog dove potete trovare informazioni su musei e monumenti, curiosità della storia popolare, post dedicati ai personaggi illustri e qualche idea su cosa fare in città e provincia senza dimenticare l’enogastronomia: http://www.blogdipadova.it/visitare-padova/

Alberto Botton

https://about.me/abotton

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro blog. Proseguendo nella navigazione o scrollando la pagina, accetti la nostra cookie policy. più info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi