Cantine aperte, storica iniziativa del Movimento Turismo del Vino

Cantine aperte movimento turismo del vino

Cantine aperte, iniziativa promossa dal Movimento Turismo del Vino a partire dal 1993, è un appuntamento che appassionati ed enoturisti cerchiano sul proprio calendario. Nel corso dell’anno sono molte le aziende vitivinicole della provincia di Padova che aderiscono, in particolare per Cantine Aperte sui Colli Euganei.


Cantine aperte, computi da poco trent’anni di vita, continua ad essere un punto di riferimento tra gli eventi enogastronomici nel nostro paese. Non solo. Possiamo dire che Cantine Aperte, iniziativa dell’associazione Movimento Turismo del Vino, ha dato il via nel 1993 a quel fenomeno, in crescita e piena salute, che è il turismo enogastronomico italiano.

Grazie a Cantine Aperte aprono ogni anno al pubblico centinaia di cantine nei vari appuntamenti previsti durante l’anno. Si tratta di un’opportunità che gli amanti del vino, così come le persone curiose di scoprire i vari territori attraverso l’enoturismo non vogliono lasciarsi sfuggire. L’enoturismo in Italia, per altro, fa ancora da traino per tutto il settore del turismo enogastronomico.
Di cantina in cantina, Cantine Aperte è l’occasione per immergersi nei vari paesaggi italiani, cogliendo nei vari scorci che si presentano davanti la bellezza dei luoghi più caratteristici, regione per regione. Il Movimento turismo del vino propone inoltre nel proprio siti web degli itinerari italiani del vino tutti da scoprire.

Il Veneto è una regione conosciuta per i vini , a partire dai più famosi vini della Valpolicella, nel veronese, così come il prosecco nelle omonime Colline del prosecco Unesco. Vini di ottima qualità si producono anche altrove, come nella zona di Soave, nel vicentino con i vini dei Colli Berici ed anche in provincia di Padova, come il vino dei Colli Euganei, senza contare le campagne e anche la laguna di Venezia. Nella campagna della provincia di Padova, nella Bassa Padovana, è terra del vino friularo.

Gli eventi stagionali del Movimento turismo del vino

Cantine aperte eventi stagionali

Nell’arco dell’anno il Movimento turismo del vino organizza più eventi stagionali così che i partecipanti possano godere anche dei colori e dell’atmosfera dei territori nell’alternarsi delle stagioni.

Se l’iniziativa Cantine Aperte principale si svolge nel mese di maggio (vai alla pagina dedicata del sito), altri eventi sono organizzati nel corso delle altre stagioni. In questo modo, partecipando, si possono ammirare i vari paesaggi con i colori ed i profumi tipici di quel periodo dell’anno.

Dal 17 marzo al 27 ottobre 2024 si svolge “Vigneti Aperti“, un’opportunità per attività all’aperto, pic nic, visite guidate in cantina, passeggiate in vigna e degustazioni.

Dal 27 luglio al 25 agosto 2024 è il periodo di “Calici di stelle“, una celebrazione estiva rigorosamente “sotto le stelle”, che coniuga il fascino dell’universo e la passione per il vino.

Tra settembre ed ottobre invece sarà “Cantine aperte in Vendemmia, un’opportunità per partecipare alla grande festa della vendemmia tra momenti di formazione e divertimento, con musica e spettacoli ed attività culturali. Visitare una cantina in questo periodo dell’anno consente di imparare molto sui processi di produzioni necessari per fare del buon vino.

Dal 6 al 14 novembre 2024 Cantine Aperte San Martino. Una festa molto sentita nel mondo agricolo è la festa di San Martino ed è proprio nelle giornate a ridosso di questa festa che il Movimento Turismo del Vino propone Cantine Aperte San Martino, per celebrare il vino nuovo. Una festa di 9 giorni per celebrare la fine della vendemmia e l’assaggio del vino nuovo, cantina per cantina, regione per regione godendo anche della calda atmosfera dell’autunno. Foliage, castagne e vino!

Per tutto il mese di dicembre sarà la volta di Cantina Aperte Natale con immancabili degustazioni, show cooking delle ricette di piatti tipici regionali, mostre, laboratori sensoriali e laboratori per bambini, assaggi di dolci tradizionali accompagnati da musica e spettacoli

Un’esperienza enogastronomica che va oltre la degustazione

Si tratta di molto di più di una degustazione, seppur nel luogo esatto dove questi vini vengono prodotti. L’esperienza è molto più piena ed appagante.

Partecipare a Cantine Aperte, così come ad altre iniziative simili, rappresenta un’occasione di incontro e di scambio tra produttori e consumatori. In questo modo quest’ultimi hanno la possibilità di capire lo svolgimento dei processi produttivi, ad esempio. La possibilità di incontrare e parlare direttamente con i produttori e di confrontarsi con altri appassionati rappresenta senz’altro un arricchimento.

Cantine Aperte, è inoltre un’occasione per muoversi da casa ed immergersi in un paesaggio naturale e in un contesto alternativo a quello delle nostre città.
Degustare un calice di vino è un’esperienza sensoriale che consente infatti di sorseggiare il territorio che si sceglie di visitare. D’altra parte nel determinare il sapore del vino sono fondamentali le caratteristiche ambientali: il suolo, la biodiversità, i fattori climatici, i venti. Oltre alla capacità del vignaiolo di mettere in sintonia questi elementi per produrre, come un vero alchimista, un ottimo prodotto.

Non solo. Il turista enogastronomico, così come l’enoturista, una volta scelta una destinazione turistica non si limiterà a mangiare e a bere. Parliamo di persone che vivono il cibo come piacere per il palato ma anche culturale. Sono turisti che viaggiano con l’intenzione di vivere le località prescelte e conoscerle anche per la propria offerta artistica e culturale.

I vini della provincia di Padova

All’interno del territorio della provincia di Padova non solo sui Colli Euganei si fa vino. In provincia di di Padova vi sono due denominazioni DOCG e sette DOC.

Mi riferisco al vino friularo di Bagnoli DOCG, prodotto nel territorio di sud-est della provincia, tra quell’area denominata “Saccisica” e la Bassa Padovana. Nella medesima area si produce anche il Bagnoli di sopra o Bagnoli DOC.
Il territorio della Saccisica, al confine con la provincia di Venezia e la laguna veneta, è un territorio antico, un tempo paludoso e bonificato a partire dall’attività dei monaci benedettini. Quest’area è connotata dalla presenza delle corti benedettine, centri di gestione agricola e di bonifica condotte nel medioevo proprio dai monaci della regola di San Benedetto da Norcia, quelli dell’Ora et Labora. Qui, in questa zona, si produce un’altra DOC, il vino delle Corti benedettine del padovano DOC.
Nella Bassa Padovana, nella sua parte a sud-ovest, al confine con la provincia di Verona, si producono invece i vini della Merlara DOC.
Poi c’è anche il Prosecco DOC in condivisione con altre province del Veneto, risultato dell’espansione di questa produzione per via del successo planetario del brand prosecco. Ecco, questo, lo sento “meno padovano” come vino, come eufemismo. Sempre prodotto dal vitigno di uve glera, sui Colli Euganei, uno dei vini ambasciatori del territorio è piuttosto il vino serprino DOC dei Colli Euganei.
Il serprino è uno dei vini Colli Euganei DOC mentre un’altra produzione rappresentativa è il Fior d’Arancio DOCG dei Colli Euganei.
Per maggiori dettagli sui vari vini, in attesa di scrivere io qualche altro articoli dedicato, vi rimando alla scheda di Quattro Calici sui vini della provincia di Padova.

Cantine aperte Colli Euganei 2024

Cantine aperte Colli Euganei provincia di Padova

L’iniziativa Cantine Aperte 2024 può contare su diverse aziende vitivinicole aderenti sul territorio della provincia di Padova. L’evento coinvolge molti soci anche della Strada del vino e del Consorzio di tutela dei vini dei Colli Euganei.

Ogni anno, a ridosso di Ferragosto, viene organizzata nel borgo di Arquà Petrarca , l’iniziativa denominata “Calici di stelle euganei“, una versione “collettiva” e diffusa di Calici di stelle. Anziché all’interno delle varie cantine, si è pensato di sfruttare la bellezza e la suggestione di Arquà, per una festa che coinvolge un po’ tutte le cantine aderenti a Movimento turismo del vino, al Consorzio di tutela dei vini dei Colli Euganei e alla Strada del vino dei Colli Euganei.
Nel corso della tre giorni visite guidate al borgo, musica, spettacoli, osservazioni alla volta celeste con la partecipazione del club astrofili, e poi ovviamente le degustazioni dei vini ma anche dei prodotti tipici del territorio.

Cantine aperte in provincia di Padova

Non appena verranno rese note segnalerò le date ed i link per informarvi sulle prossime edizioni, a partire da Calici di stelle euganei e poi, via via, sui successivi eventi di stagione, da Cantine Aperte in vendemmia, Cantine Aperte a San Martino a Cantine Aperte a Natale.

Cantine aperte in Veneto

Il Movimento Turismo del Vino conta in Veneto ben 74 cantine aderenti, le stesse che poi organizzano eventi in occasione degli eventi stagionali di Cantine Aperte.

Alberto Botton

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.