Home Degustazioni ed eventi enogastronomici a Padova Festival della Cucina Veneta. La 2° sarà un’edizione digitale online per celebrare...

Festival della Cucina Veneta. La 2° sarà un’edizione digitale online per celebrare la gastronomia del Veneto (mese di novembre 2020)

5069
0
Festival della cucina veneta

Il Festival della Cucina Veneta tornerà con la sua 2° edizione digitale in programma sulle principali piattaforme “social” con moltissimi contenuti inediti e gratuiti in tutto il mese di Novembre


Buongiorno a voi che leggete, è un piacere per me parlarvi di un festival che ho seguito e comunicato anche lo scorso anno, nella sua prima edizione e cioè del Festival della Cucina Veneta ed è un piacere che, nonostante la situazione, gli organizzatori abbiano deciso di riproporlo seppur in un format digitale.

La seconda edizione di questo festival che mira a far conoscere ed apprezzare la gastronomia veneta sarà infatti un’edizione del tutto digitale con moltissimi contenuti che saranno resi disponibili online e gratuitamente come workshop, webinar, approfondimenti, videoricette e un concorso sui piatti bandiera della Regione Veneto.

Anche i prodotti tipici della provincia di Padova saranno protagonisti della rassegna assieme a quelli delle altre province venete.Inserirò quindi questo post, che cercherò di tenere aggiornato, man mano che si avvicineranno i giorni del festival, nell’archivio del tag “Veneto” .

Come abbiamo potuto vedere nel corso della prima edizione, ad Albignasego (PD) si tratta di un grande progetto che non si ferma, nonostante le criticità dell’attuale situazione. La proposta del Festival della Cucina Veneta sarà curata nei minimi dettagli perché l’obiettivo è di quelli ambiziosi: dare valore e celebrare i prodotti, l’enogastronomia e tutta la storia e la ricchezza della cucina veneta e attraverso questa del nostro territorio! 

Baccalà alla vicentina, gallina padovana, gran bollito alla padovana, sardee in saor, prosciutto crudo veneto Berico Euganeo, formaggi dall’Altopiano e dalle Dolomiti, vino, tiramisù etc etc che, se non potremmo degustare in presenza nei giorni del festival magari possiamo ordinare tramite delivery da qualche ristoratore del nostro territorio

Se volete rimanere aggiornati e seguire passo passo l’organizzazione del festival attraverso i contenuti “social” vi suggerisco di seguire il Festival della Cucina Veneta su Facebook e su Instagram.

Un festival per celebrare ma anche per stimolare il dibattito attorno al tema della cucina e del settore agroalimentare veneto. E’ in programma un ricco calendario di convegni per parlare di tutela e valorizzazione dei prodotti locali, di innovazione, nutrizione e salute con esperti ed addetti ai lavori ma anche di cibo dal punto di vista culturale. Il cibo fa parte dell’identità dei popoli e dei territori e così protagonisti del festival saranno anche tradizione e folklore.

Va da sé infatti che l’enogastronomia assieme al settore agricolo rappresentino, più di altri settori della nostra economia, l’identità del territorio. I piatti tipici, le ricette tradizionali così come tutti quei prodotti della terra, naturali e lavorati sono il biglietto da visita per eccellenza di un territorio perché dietro ad un piatto e ad un prodotto finito c’è il lavoro di uomini e donne, di famiglie che per generazioni hanno lavorato a quei prodotti in grado di costituire la fonte del loro sostentamento. Il cibo è cultura e si riesce ad apprezzarlo a pieno quando si comprende il “viaggio” che compie prima di raggiungere la nostra tavola ed è anche storia e relazioni commerciali internazionali visto che in Veneto, da sempre terra di commercio e di commercianti, sono arrivati nel corso dei secoli ingredienti da tutto il mondo. Già da prima di Marco Polo, nel V secolo, giungevano a Venezia dall’Oriente spezie come pepe, zenzero, zafferano, cannella, chiodi di garofano e molte altre ancora!

Parlando di gastronomia e di cucina veneta infatti non si può non parlare di tutti quei prodotti che hanno ricevuto quelle certificazioni e riconoscimenti di qualità e tipicità: pensiamo ai 28 vini Doc, ai 14 Docg, agli 8 formaggi Dop, al prosciutto veneto berico euganeo, anch’esso Dop, così come la soppressa vicentina e poi gli oli extravergini di oliva, pensiamo poi al radicchio di Treviso, al fagiolo di Lamon, il riso vialone nano veronese e quello del Delta etc etc e chi più ne ha più ne metta!

Al festival verranno invitati chef stellati in grado di valorizzare al meglio questi meravigliosi prodotti o cimentarsi nella rivisitazione di piatti tradizionali e parteciperanno anche gli alunni degli istituti alberghieri del territorio in modo tale da fare del festival un’occasione di crescita anche per loro.

Vi suggerisco di collegarvi alla pagina facebook del Festival della Cucina Veneta di Albignasegohttps://www.facebook.com/festivalcucinaveneta/  e di visitare il bellissimo sito web, in cui il team organizzativo ha iniziato a pubblicare articoli decisamente interessanti sulla cucina veneta: https://www.festivalcucinaveneta.it

A presto,
Alberto Botton

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.