local blogger d'Italia

Local blogger d’Italia. Nella variegata blogosfera ci siamo anche noi!

Nell’ormai più che matura blogosfera, laddove per ogni ambito dello scibile umano, per ogni comunità di interessi e/o nicchia di mercato possiamo scovare dei blog, ci sono anche blogger che hanno scelto di occuparsi del proprio territorio come i local blogger d’Italia!

Era da un po’ che pensavo a questo post da dedicare ai local blogger d’Italia e mi sono deciso questo pomeriggio, in una calda domenica di luglio.

Personalmente, come ho scritto in una mia breve presentazione del Blog di Padova, mi piace pensare al mio come un blog di destinazione, quando si parla di turismo, in cui dare al visitatore o potenziale tale un punto di vista genuino, quello di un residente, nato e cresciuto qui, che conosce il proprio territorio e che è orgoglioso di parlarne. D’altra parte Padova non è un borgo medievale che vive solo di turismo ed è per questo che oltre al turismo l’obiettivo del blog rimane quello di parlare di Padova e del territorio a chiunque lo frequenti, sia esso turista, sia esso residente, pendolare o capiti in città di passaggio. In questo senso possiamo parlare del Blog di Padova anche come urban blog.

Travel blogger, fashion blogger, food blogger, book blogger etc etc ma anche local blogger

Se nel mondo, i più numerosi sono i travel blog (o blog di viaggi in italiano), e grazie ad esempi come, in primis, Chiara Ferragni i fashion blog sono tra quelli forse più popolari e food blogger sono cresciuti moltissimo negli ultimi anni per via anche dell’esposizione mediatica legata al cibo, è anche vero che ci sono moltissime nicchie di appassionati che hanno eletto a loro punti di riferimento blogger o youtuber che hanno scelto di concentrarsi sulla letteratura e la recensione di libri, sui fumetti ma sono sicuro che esisteranno anche blog per appassionati di pesca a strascico e quindi “tuttoloscibileumano blog“.

Ebbene in una blogosfera così variegata, e specialmente da quando i social network premiano soprattutto video e fotografie mozzafiato in luoghi spettacolari, il local blogger che ha scelto di occuparsi della propria città si trova un po’ stretto tra chi scrive di Londra, Parigi, New York e Tokyo, pubblica foto di paradisi tropicali, si mostra mentre si fa un selfie dal Gran Canyon o a Venezia sale sul Fondaco dei tedeschi per fotografare il ponte di Rialto ed il Canal Grande, scatto molto popolare tra gli Instagramers.

Per chi scrive di Padova o di qualsiasi altra città che non sia tra le più famose città d’arte italiane è un po’ difficile ottenere le stesse visualizzazioni, di chi scrive delle più famose città del mondo e delle destinazioni turistiche più alla moda in questo momento.
Ma tant’è, sono progetti diversi che presentano situazione diverse e non ha senso fare paragoni.

I local blogger hanno scelto di scrivere della propria città o della propria regione, e lo hanno fatto per una questione affettiva, perché credono che il proprio territorio meriti maggiori attenzioni, perché magari pensano di poter dare anche un piccolo contributo alla stessa ed è per questo che ho scelto di dedicare questo post ed un saluto ai local blogger d’Italia, ognuno con il proprio progetto, il proprio stile, la propria scelta di come interloquire con il territorio.

Blog a misura di territorio. Come “prendersi cura” del locale in mondo globale

Alcuni contenuti e funzionalità non sono disponibile per via delle tue preferenze relative al consenso dei cookies

Questo accade quando queste funzionalità/contenuti indicati con “Google Youtube” utilizzano cookies che hai scelto di mantenere disabilitati. Per vedere questi contenuti o usufruire di queste funzionalità è necessario abilitare i cookies: click here to open your cookie preferences.

Perdonatemi non ho foto sicché il mitico “Almanacco del giorno dopo” è un vintage nazional popolare che piace 😉

Questo post vuol essere una sorta di “pride” dei local blogger d’Italia che portano avanti il loro progetto con serietà e tirano dritto di fronte a post su Londra o New York e versando una lacrimuccia per ogni spiaggia bianca dei Caraibi che si vede su Instagram. Alcuni di loro preferiscono definirsi loro stessi “travel blogger” per connettersi al mondo dei blogger di viaggio, tuttavia, in un mondo globalizzato come il nostro credo che occuparsi di locale non significhi essere “localistici” e chiusi.

Possiamo andare fieri di “prenderci cura”, a modo nostro della nostra città e del nostro territorio. Uno dei miei slogan preferiti è “Think global, act local” e scrivere di Padova non significa non amare andare in viaggio e scoprire altre città o leggere un libro o guardare film ambientati altrove.

Seguite i local blogger per scoprire le città italiane

Ma chi sono quindi questi local blogger d’Italia?? Devo dire che non ne conosco molti ma l’idea, un po’ alla volta, è di scovarli e di inserirli qui sotto.

In primis, partendo proprio da Padova non posso non citare il “Blog delle Galline Padovane” blog al femminile di Cristina Papini , blog di successo della nostra città, e il blog “Padova e dintorni” di Roberta Zago. E’ un travel blog, ma con un particolare attenzione al Veneto, il blog “My Corner of Italy” di Laura Teso davvero molto curato e con la particolarità di essere scritto in lingua inglese. Altro progetto web di grande successo è “Sgaialand magazine“, dedicato al Veneto, denominato “Terra delle meraviglie”.

E veniamo ai local blog dedicati ad altre città italiane:

Se ne conoscete altri segnalatemeli pure ad info@blogdipadova.it. Grazie!

Alberto Botton

Condividi il post! ;)

  1. Adoro Padova e appena posso, la visito di corsa! Sono tutti blog interessanti e che leggo. Ma seguo più che volentieri Roberta col suo Padova e Dintorni! Mi ha fatto conoscere un paio di luoghi di cui non sapevo l’esistenza!

  2. Grazie Katja, mi fa piacere che ti piaccia Padova e senz’altro il blog di Roberta è ben curato e pieno di suggerimenti molto interessanti per scoprire posti interessanti e poco conosciuti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.