Sarah Khoury libro illustrato per bambini E' un segreto

Intervista all’illustratrice Sarah Khoury. In uscita il nuovo libro “E’ un segreto”!

Ciao a tutti, quest’oggi, per la rubrica Padova Creativa ho pensato di aggiornare questo articolo dedicato ad Sarah Khoury, illustratrice padovana molto brava che ho scoperto in occasione di qualche edizione fa della rassegna internazionale di illustrazione “I Colori del Sacro”. Prima di ripubblicare l’intervista in occasione dell’uscita di una nuova avventura del suo personaggio Ciacio, “Ciacio in campagna”, volevo segnalari l’uscita del suo nuovo libro illustrato dal titolo “E’ un segreto” pubblicato da Kite Edizioni.

“E’ un segreto”, il nuovo libro illustrato di Sarah Khoury

Il nuovo lavoro di Sarah Khoury dal titolo “E’ un segreto” contiene già fin dalla genesi qualcosa di magico. Il ritrovamento di una scatola con dentro degli oggetti che fanno riaffiorare i ricordi del nonno paterno Nicolas Khoury, fotografo ed artista che visse a Padova per oltre 50 anni e che in centro città aveva il suo studio.
Il libro verrà presentato in anteprima nazionale sabato 3 marzo alla Libreria Pangea, una delle librerie indipendenti di Padova ,che accoglierà anche la mostra con gli schizzi e le illustrazioni originali del nuovo libro visitabile fino al 29 marzo.

Sabato 3 marzo dalle 17,30 alle 20,00 alla Libreria Pangea ci sarà anche l’autrice Sarah Khoury disponible a disegnare dediche ai piccoli lettori del libro!

Intervista a Sarah Khoury

Ciao Sarah. Il tuo nome lascia intuire origini non italiane, hai vissuto a Padova e studiato a Venezia oggi vivi ad Antibes, in Costa Azzurra. Vuoi parlarci un po’ di te e del tuo “viaggio” che ti ha portato oggi a fare dell’illustrazione la tua professione?

Ciao a tutti/Ciao Alberto, in realtà sono italiana e il mio cognome viene dal nonno siriano. Sono cresciuta a Padova e mi sono diplomata all’Accademia di Belle Arti di Venezia. 

Mi sono poi specializzata in illustrazione grazie a corsi con grandi professionisti e ho pubblicato quattro libri illustrati per bambini.

Da qualche anno sono in Francia, prima mi sono trasferita a Parigi, poi sono scappata a Sud, al sole! Ora vivo e lavoro nella città vecchia di Antibes, a pochi passi dal mar Mediterraneo.

Amavi disegnare fin da bambina o si tratta di una forma espressiva ed artistica che hai iniziato a coltivare più tardi durante i tuoi studi universitari?

Ho sempre amato disegnare e in più sono cresciuta circondata da persone che mi hanno trasmesso la passione per diverse forme d’arte, in particolare mio padre e mio nonno, entrambi fotografi.
(Nicolas Khoury, mio nonno, era conosciuto a Padova come “L’uomo delle conchiglie“)

L’illustrazione rispetto a fotografia, cinema, pittura, scultura etc etc ¨ forse¨ è meno percepita come forma espressiva anche se ultimamente mi sembra stia recuperando la considerazione che merita. In occasione della rassegna “I colori del sacro”, sia nell’edizione in corso sia in quella in cui hai esposto anche tu, ho visto disegni davvero splendidi per tratto, colore ed incisività  comunicativa. Cosa rappresenta per te l’illustrazione e cosa vuoi comunicare?

Per quanto mi riguarda, sono stata fortunata: in casa ci sono sempre stati molti fumetti, libri illustrati e fotografici, e i miei già negli anni ’90 mi portavano alle mitiche mostre di illustrazione per l’infanzia di Sarmede (“Le immagini della fantasia“).

E’ stato naturale quindi legare la passione per il disegno all’oggetto libro.

Per me l’illustrazione è un modo per tener viva la mia parte infantile, e mi piacerebbe riuscire a risvegliarla anche nelle altre persone.

L’ultima mostra che hai allestito a Padova alla libreria Pangea è quella dedicata a “Ciacio”, il protagonista dei libri per l’infanzia. Ci vuoi parlare di questa tua creazione? Sono previste altre puntate della serie?

Ciacio è un personaggio che ho creato ispirandomi al mio pupazzo d’infanzia preferito, un buffo incrocio tra orso e coniglio: un orsiglio. Ho ancora Ciacio e lo porto in viaggio con me, c’è anche il blog con le sue foto;)

Oltre che protagonista dei libri, è diventato una fonte d’ispirazione senza fine, ad esempio per un alfabeto in legno.

L’ultimo libro uscito con le edizioni Lavieri è “Ciacio in Amazzonia“, e sto già pensando al prossimo, perché Ciacio non si ferma mai!

Mostre, libri per l’infanzia ma non solo. Visitando il tuo sito ho notato che la tua attività di illustratrice è assai varia: cortometraggi animati, illustrazioni per libri, loghi e campagne pubblicitarie, e disegni che possono valorizzare un progetto di comunicazione. Qual è il tipo di attività che preferisci e che ti da maggiori soddisfazioni?

In questi anni sempre da freelance ho creato immagini e cortometraggi animati per diversi committenti, tra cui un teatro e dei musicisti.

Da qualche tempo vendo le mie creazioni (tra cui illustrazioni originali, stampe e lettere in legno) direttamente al pubblico anche attraverso la piattaforma online etsy, e il mio shop si chiama proprio Ciacio.

Sicuramente l’attività che preferisco è lavorare ai libri illustrati!
Mi piace molto anche disegnare il paesaggio all’aperto, ho riscoperto questo piacere da quando vivo al mare. Sto raccogliendo i miei disegni in dei taccuini (“Carnets de voyage”) rilegati a mano.

Hai in mente qualche nuovo progetto per il prossimo futuro?

Sto lavorando su diversi progetti di libri. Uno di questi parte proprio dalle illustrazioni esposte alla rassegna “Colori del sacro” qualche tempo fa, e parlerà di bicicletta e…nuvole.

Nelle tue opere ho notato una certa attenzione per la natura ed il paesaggio…sono questi i tuoi soggetti preferiti e/o cosa maggiormente ti ispira?

Decisamente, la natura è il mio soggetto preferito, che si tratti di esseri viventi o di elementi del paesaggio.

Da piccola infatti volevo diventare una “naturalista”: credevo che consistesse nell’osservare e disegnare dal vero gli animali…

Sarah Khoury illustrazioniQual è stata la maggior soddisfazione, e credo che la tua professione te ne regali molte, nell’attività di illustratrice e quale il disegno a cui sei maggiormente legata e che preferisci? .

La felicità più grande è vedere una propria storia, su cui si è lavorato per mesi o anni, diventare un libro “vero”, tangibile, fruibile da tutti.

Un’illustrazione a cui sono particolarmente affezionata, con cui prima o poi farò un libro, è l’Elefante volante, ispirata a una leggenda indiana.

Visto che questo è un blog dedicato a Padova se dovessi provare a rappresentare la città o qualche suo aspetto con un’immagine cosa ti viene in mente?

I leoni di pietra del Pedrocchi, che tutti noi padovani abbiamo cavalcato da piccoli 🙂

Grazie Sarah e a chi legge consiglio di visitare il sito internet ufficiale di Sarah www.sarahkhoury.com e la pagina facebook dove potete vedere altri coloratissimi disegni e seguire il suo lavoro. A presto!

Alberto Botton

http://about.me/abotton

Condividi il post! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.