Home Web marketing & travel Promuovere un territorio o un brand con il racconto. Lo storytelling secondo...

Promuovere un territorio o un brand con il racconto. Lo storytelling secondo Kevin Spacey

3278
0
Storytelling secondo Kevin Spacey

Ormai da tempo si fa un gran parlare e si applica la tecnica dello “storytelling” per promuovere un brand, un servizio ma anche una destinazione turistica attraverso una storia. Inventarsi un racconto o riportarne uno diventa così un’attività di marketing attraverso la quale far conoscere la realtà che si vuol promuovere e soprattutto emozionare, coinvolgere il pubblico: questo è storytelling. Lo scopo è proprio quello di coinvolgere chi ci segue e ascolta affinché sia proprio quest’ultimo a divulgare tramite web e social network il contenuto, condividendo, commentando, compiendo una qualche azione perché così come nella vita e nella fiction anche nel marketing quello che maggiormente cattura l’attenzione è quello che ci da qualcosa, che ci insegna qualcosa e meglio ancora se lo fa emozionandoci.

Johnnie Walker - The Man Who Walked Around The World
Johnnie Walker – The Man Who Walked Around The World

Alcuni esempi di storytelling? Ve ne cito alcuni che mi piacciono: in primis, un brand di un prodotto, il video promo di Johnny Walker con la partecipazione dell’attore scozzese Robert Carlyle, “l’attore” di Ken Loach per eccellenza e famoso interprete del “baffetto” rissoso di Trainspotting. Straordinario, da vedere! Grazie alla storia e alla location si viene catapultati nellle highlands scozzesi e in quella saga che diventa la vita del famoso distillatore di whisky e delle generazioni seguenti. Guardatelo qui.

Un esempio di storytelling applicato ad un servizio è quello di Trivago. Di recente avreste visto in tv lo spot, o meglio la serie di spot in cui si narrano vicende improbabili e curiose ambientate in un qualche hotel in una qualche zona del mondo, storia che poi si conclude sempre con il claim “Trivago, sappiamo tutto di hotel”. Guardate il video.

Anche con le immagini e con i social network si può raccontare un territorio http://www.padovasocial.it/
Anche con le immagini e con i social network si può raccontare un territorio http://www.padovasocial.it/

Per quanto riguarda una destinazione turistica, come esempio di storytelling citiamo un caso “locale” e cioè la serie di video dedicati a Valle Agredo, la zona della provincia a nord di Padova che rientra nell’Unione dei comuni del Camposampierese. Guardate qui il primo episodio.

Da questo post del blog di Roberta Milano, una delle massime esperte di web marketing turistico in Italia, “Il fatto è che un efficace storytelling territoriale nasce da chi con una destinazione turistica sa innescare una relazione empatica o personale con uomini e donne che quel luogo abitano o visitano.

Con il progetto PadovaSocial volevamo raccogliere le voci sul nostro territorio in un progetto collettivo di storytelling…Anche con le immagini e i social network è possibile raccontare una destinazione ma preferendo le parole a milioni di hashtags. Ma quando parlate a voce con una persona mimate il cancelletto o usate le parole?

Ovviamente fare storytelling in maniera professionale richiede l’uso di tecniche e varie strategie difficilmente comprimibili in un post e la mia intenzione era più che altro quella di introdurre l’argomento. L’idea mi è venuta dopo aver ascoltato lo storytelling secondo Kevin Spacey in una presentazione nel corso di convegno sul “content marketing”. Con la sua simpatia (mi fanno morire da ridere le sue imitazioni!) e la capacità di attirare l’attenzione, l’attore americano Kevin Spacey indica 3 punti fondamentali per fare “storytelling”: 1. “conflict”; 2. “authenticity” ; 3. “audience”. Guardiamo il video (qui l’intero intervento) e ascoltiamo che altro dice!

Alcuni contenuti e funzionalità non sono disponibile per via delle tue preferenze relative al consenso dei cookies

Questo accade quando queste funzionalità/contenuti indicati con “Google Youtube” utilizzano cookies che hai scelto di mantenere disabilitati. Per vedere questi contenuti o usufruire di queste funzionalità è necessario abilitare i cookies: click here to open your cookie preferences.

Alberto Botton

http://about.me/abotton

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.