Home Benessere a 360° Terme di Abano e Montegrotto. Una vacanza di benessere tra arte e...

Terme di Abano e Montegrotto. Una vacanza di benessere tra arte e natura

305
0
Terme Abano Montegrotto

Terme Abano e Montegrotto, luogo di benessere e di cura da oltre 2000 anni e destinazione di vacanza attiva tra attività sportive, escursioni nella natura ed esperienze culturali ed enogastronomiche da ricordare. Le Terme Euganee, tra le più antiche in Europa, gode anche della vicinanza dei Colli Euganei, di Padova e Venezia e delle altre città d’arte venete.


Terme Abano Montegrotto. A poco più di 10 km di distanza da Padova sorge un bacino termale tra i più importanti e rinomati d’Europa vale a dire le terme di Abano e Montegrotto: le Terme Euganee.
Tra Abano e Montegrotto, all’interno del Parco Regionale dei Colli Euganei, si può godere delle proprietà dell’acqua termale del termalismo euganeo disponibile nei centri benessere degli hotel Terme di Abano e degli Hotel a Montegrotto. Ogni hotel infatti è un hotel spa e centro benessere e, oltre alle piscine termali, i clienti possono richiedere trattamenti estetici e cure varie. Quindi si tratta solo di scegliere la vostra struttura preferita per godere di qualche giorno di relax in una spa di Montegrotto o di Abano.

L’importanza di questa stazione termale e la vocazione termale di questo territorio è certificata dalla storia. Le Terme di Abano e Montegrotto sono infatti frequentate da più di 2000 anni quando ai tempi dei Romani qui si veniva per curarsi grazie alle miracolose acque e per la qualità dei suoi fanghi e trattamenti.

Se nell’antichità questa destinazione turistica era nota come Aquae Patavinae ed era quindi legata all’importante municipium romano di Patavium oggi la si identifica come Terme Euganee a sottolineare come il prodotto termale sia connesso a quello del territorio degli splendidi Colli Euganei, di grande interesse naturalistico ma anche artistico e culturale.

Relax, benessere, cure termali per tutti, terme per bambini comprese, in un contesto ambientale di pregio quindi e in un’area geografica che offre moltissimo nei dintorni, del resto siamo in Veneto, la prima regione turistica d’Italia. Oggi ognuno dei moltissimi alberghi di Abano e Montegrotto ha il proprio accesso diretto alle fantastiche acque termali e ai terapeutici fanghi per cure e trattamenti certificati grazie anche al lavoro del Centro Studi Termali “Pietro D’Abano”.

Le colline euganee furono amate anche da poeti, letterati ed artisti già dall’epoca dei giullari alla corte della famiglia degli Estensi ad Este, nel medioevo, e poi Francesco Petrarca e molti altri tali da legittimare la costituzione del Parco letterario dei Colli Euganei “Francesco Petrarca”.

Anche se vivo a Padova e non frequento moltissimo le Terme Euganee, per i primissimi anni della mia vita ho vissuto ad Abano e mia mamma ha lavorato una vita in un albergo di Abano Terme come cameriera e lo stesso hanno fatto e continuano a fare alcuni dei miei zii sicché mi sento comunque legato a questo territorio.

Terme Abano Montegrotto. Una vacanza tra arte, sport e natura all’insegna della cura e del benessere del corpo e dello spirito

Terme Abano Montegrotto

Benessere fa rima con sport ed attività fisica (non a caso ho creato un’apposita categoria chiamata “Sport e benessere“) e le Terme Abano Montegrotto, considerata la vicinanza ai Colli Euganei rappresentano una bellissima opportunità per trascorrere una vacanza attiva oltre che approfittare dell’offerta di una delle destinazioni di turismo termale più importanti d’Europa.
Vi segnalo il sito ufficiale del turismo ad Abano e Montegrotto è il seguente affinché chi è interessato possa trovare informazioni sempre aggiornate ed offerte utili: https://www.visitabanomontegrotto.com/

E come viverla questa vacanza attiva alle Terme Euganee? Ad esempio passeggiando lungo i sentieri dei Colli Euganei in mezzo ai boschi andando alla scoperta di un territorio dal punto di vista naturalistico. Non manca inoltre la possibilità di partecipare a tour in bicicletta, magari lungo l’anello ciclabile dei Colli Euganei, escursioni a piedi lungo i sentieri del Parco Colli, per visitare splendide ville venete, o in barca lungo i canali che solcano le campagne circostanti. Escursioni che potrebbero culminare con la visita a qualcuna delle molte cantine o aziende agricole della zona.

Non solo storia ed arte, infatti, per quanto mi riguarda benessere fa rima anche con enogastronomia. Basti a pensare a prodotti più rappresentativi del territorio come le giuggiole e l’olio extravergine di oliva dei Colli Euganei.
Benessere grazie alle terme ma benessere a tavola anche! Mangiare e bere bene, prodotti tipici e di qualità della destinazione che si sceglie sono senz’altro altre modalità di prendersi cura e di volersi bene così come dedicare qualche ora alla cultura e all’arte medicine per l’anima. Se poi intendete “anima” in senso letterale non mancano neppure i luoghi di interesse religioso così che alle Terme Euganee si può anche curare benessere dal punto di vista spirituale.

Sono sempre di più gli ospiti degli hotel delle Terme Euganee che non rinunciano ad una visita culturale a Padova, su questo blog ho scritto moltissimo su cosa vedere a Padova, su musei e monumenti, qui mi limito a segnalarvi il post con i miei suggerimenti su cosa vedere a Padova in un giorno. Se volete vedere la Cappella degli Scrovegni con i meravigliosi affreschi di Giotto vuol dire che avete le idee chiare ma non fermatevi a questi, Padova ed il territorio circostante è molto di più! Ad esempio i borghi e città murate della provincia di Padova.

E la sera? Passeggiare per l’elegante zona pedonale di Abano Terme è un modo per chiudere in relax una giornata attiva. Non manca comunque l’animazione durante l’estate ed i weekend grazie a molti eventi ed iniziative in programma tutto l’anno.

Terme euganee Abano Montegrotto: i tre elementi naturali per un termalismo di qualità certificato

Terme Abano Montegrotto

La qualità delle cure termali delle Terme Euganee Abano e Montegrotto terme è garantita da 3 elementi naturali: l’acqua termale, la terra o meglio l’argilla da cui si ottiene il fango, l’aria. Il fuoco, se vogliamo, è quello del sottosuolo dei Colli Euganei, di origini vulcanica, che porta le acque del sottosuolo a risalire ad altissime temperature.

La Terra delle Terme Euganee e i relativi trattamenti termali

Il fango termale utilizzato per le cure e le varie sessioni di benessere è costituito dall’incontro di due componenti principali: l’acqua termale e l’argilla prelevata dal piccolo laghetto della Costa che si può notare salendo verso lo splendido borgo di Arquà Petrarca. Vi risparmio i dettagli su questo laghetto che tutto è tranne che poco interessante: qui furono trovate tracce di un villaggio preistorico di palafitte, per dire.

Comunemente si pensa che il benessere della fangoterapia sia da attribuire al calore del fango stesso tuttavia il Centro Studi termali “Pietro d’Abano”, fiore all’occhiello delle Terme di Abano e Montegrotto, ha dimostrato il valore e l’importanza delle sua composizione organica.

Tra i trattamenti nei quali il fango delle Terme Euganee gioca un ruolo da protagonista c’è la fangobalneoterapia che avviene in tre fasi (applicazione fango, bagno acqua termale e reazione sudorale) utile per contrastare l’osteoartrosi, l’osteoporosi e i reumatismi extra-articolari con il vantaggio di non dover sovraccaricare l’organismo degli effetti gastrolesivi dei farmaci anti-infiammatori. La fangoterapia non è per tutti nel senso che non è indicata per le persone che soffrono ad esempio di cardiopatia ed altri problemi.

L’acqua delle Terme Euganee e i relativi trattamenti termali

Le acque delle Terme Euganee prima di raggiungere il territorio euganeo compiono un viaggio attraverso il quale si arricchiscono di quelle proprietà che le rendono così salutari. Dai bacini incontaminati dei Monti Lessini, sulle Prealpi Venete, le acque scendono nel sottosuolo fino a 2000-3000 metri di profondità dove si arricchiscono di sali minerali e poi da lì percorrono circa 80 km per raggiungere gli stabilimenti delle Terme Euganee dove sgorgano nuovamente in superficie a temperature molto elevate, anche 85°. Un viaggio di breve distanza ma si ipotizza che queste acque permangono nel sottosuolo per decine di migliaia di anni.

Prendo quindi coscienza in questo preciso istante che l’acqua termale è preistorica! L’acqua delle Terme Euganee, per via della qualità chimico-fisica e terapeutica viene definita acqua ipertermale salsobromoiodiche. Qui dovrei aprire una parentesi e spiegare come vengono fatti maturare i fanghi termali per spiegare come questo fango, ricavato dall’argilla raccolta nel laghetto della Costa in zona Arquà Petrarca, abbia delle superiori proprietà anti-infiammatorie.

Tra le cure che si possono fare utilizzando l’acqua termale c’è la balneoterapia che consiste nell’immergersi in una vasca di pura acqua termale naturalmente calda e arricchita di ozona ma anche la idrokinesiterapia che sfrutta le proprietà organiche dell’acqua, chimiche e fisiche, a fini terapeutici come per esempio per recuperare o migliorare dei deficit muscolari.

L’aria e i benefici della terapia inalatoria

Tutte le strutture delle Terme Euganee sono inoltre dotate di un reparto per la terapia inalatoria tramite la quale l’acqua termale viene nebulizzata sotto forma di vapore termale. Si tratta di un’efficace cure di varie patologie delle vie respiratorie ed utile a prevenire delle riacutizzazioni e anche per le patologie pediatriche.

Terme Abano Montegrotto, stazione termale da 2000 anni

Terme Abano Montegrotto

Come detto le Terme di Abano e Montegrotto sono attive in modo continuativo da moltissimo tempo, fin dai tempi antichi. Nell’epoca pre-romana e ai tempi dei Veneti Antichi, affioravano polle d’acqua e laghetti di acqua calda dalla quale salivano fumi dall’odore, fenomeni naturali interpretati come intercessione divina. Diverse campagne di scavi hanno portato al ritrovamento di oggetti utilizzati durante vari culti, in particolare nei confronti della divinità veneta Reitia.

Quando le popolazioni locali iniziarono ad assimilarsi agli antichi Romani la zona fu dedicata al culto di Aponus e fu trasformata in una delle più antiche destinazione turistiche e luogo di cura dell’Impero Romano. Il complesso termale dell’antichità era noto come “Aquae patavinae” da cui prende il nome il progetto che ha come obiettivo la realizzazione di un parco archeologico delle Terme Euganee.

Non mancano i luoghi e le testimonianze che ci riportano a quei tempi antichi: i giardini del Montirone, letteralmente a due passi dalla zona pedonale di Abano e gli scavi dell’area archeologica di Montegrotto e quella all’interno del parco dell’Hotel delle Terme Neroniane.
Si tratta di luoghi da visitare su cui mi riservo di dedicare altri articoli in futuro. Se siete appassionati di archeologia e siete interessati all’antica storia delle Terme Abano Montegrotto merita una visita il nuovo Museo del Termalismo antico e del territorio di Montegrotto Terme. Da visitare anche il Museo Nazionale Atestino di Este, centro culla della civiltà dei veneti antichi, all’interno del quale, seguendo il percorso didattico, potrete ripercorrere la storia locale, dai Veneti Antichi all’epoca romana ed oltre.

Cosa vedere alle Terme Euganee e dintorni

Padova cosa vedere

Tra le cose ed i luoghi da vedere nei dintorni delle Terme Euganee e all’interno dei comuni delle Terme di Abano, Montegrotto e Battaglia ci sono diverse attrazioni e, a diverse di queste ho già dedicato un post. Ci troviamo all’interno della provincia di Padova, sul territorio di comuni facenti parte del Parco Regionale dei Colli Euganei per cui in primis vi segnalo cosa vedere a Padova e dintorni. Potete inoltre navigare tra le varie categorie e tag del blog: tra questi tag, quello dedicato proprio al territorio dei Colli Euganei.

Ma veniamo a qualche suggerimento:

  • il Museo del termalismo antico a Montegrotto, il nuovo e tecnologico museo che vi porterà alle origini della stazione termale delle antiche “aquae patavinae”;
  • il Castello del Catajo, la meravigliosa Reggia dei Colli Euganei, nelle immediate vicinanze dal centro di Montegrotto e facilmente raggiungibile in bicicletta pedalando lungo l’anello ciclabile dei Colli Euganei;
  • Museo della Navigazione fluviale di Battaglia Terme. Nelle vicinanze del castello, nello storico borgo fluviale di Battaglia terme, lungo l’omonimo canale, è visitabile questo delizioso e piccolo museo che, grazie ad una ricca documentazione fotografica, cartografica, modellini ed oggetti di uso quotidiano, racconta l’epopea dei barcari e dell’epoca in cui canali e fiumi erano le principali vie di comunicazione lungo le quali viaggiavano merci e persone.
  • passeggiata nel centro storico di Padova. Scopri cosa vedere a Padova in un giorno (potete farvi un’idea e selezionare cosa vedere in base al tempo a disposizione)

Terme di Abano

Terme di Montegrotto

Alberto Botton

Terme di Abano e Montegrotto. Una vacanza di benessere tra arte e natura ultima modifica: 2021-09-12T19:08:04+02:00 da Alberto Botton

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.