Home Cultura e curiosità Villa Pisani: la storia di una villa veneta che ha ancora tanto...

Villa Pisani: la storia di una villa veneta che ha ancora tanto da offrire

4144
0

Tra le meraviglie di cui sono orgogliosi gli abitanti del Veneto, un posto d’onore meritano le ville venete: un patrimonio artistico così vasto che spesso è facile scordarne qualcuna. Per non perdere l’opportunità di conoscere e visitare non solo le più famose, ma anche quelle meno note, abbiamo pensato di proporvi un itinerario che vi guidi tra le ville presenti sul territorio della Provincia di Padova: vi racconteremo brevemente le curiosità più interessanti che riguardano ogni edificio, dandovi anche le indicazioni necessarie per visitarlo di persona. Siete pronti a seguirci in questo percorso tra storia e leggenda, architettura e arte, personaggi celebri e giardini meravigliosi? Oggi vi presentiamo Villa Pisani Bolognesi Scalabrin, che si trova a Vescovana, a sud di Padova, in una pianura immensa delimitata dai Colli Euganei.

La villa, che risale alla prima metà del ‘500, fu commissionata dal Cardinale Francesco Pisani, patrizio veneziano nonché Vescovo di Padova, membro di una famiglia di mercanti, banchieri e condottieri originari di Venezia, che ricoprirono i massimi ruoli politici, amministrativi e religiosi della Repubblica. Vescovana era per loro un’importante proprietà fondiaria che riuscirono a bonificare, trasformandola in una campagna fiorente e prospera dove coltivare grano, tabacco, agrumi. Alla fine del ‘400 gli interessi economico-finanziari della famiglia si spostarono sulla terraferma e questo spinse il Cardinale a concentrarsi sulla costruzione e sulla decorazione di numerose ville e palazzi nella zona, che affidò ad ad Andrea Palladio e ai maggiori architetti e pittori del tempo. La villa restò di proprietà della famiglia Pisani fino a fine ‘800: l’ultima contessa Pisani, Evelina van Millingen, ebbe il merito di arricchire l’edificio dello splendido giardino e dell’imponente parco. Per questo motivo e per l’alone di leggenda che da sempre circonda la sua figura, gli anziani di Vescovana raccontano che nel mese di settembre si può incontrare la contessa che si aggira ancora presso il Giardino Roccioso. È un incontro di percezione del suo spirito, rivelato dal lieve fruscio delle foglie simile a quello delle sue vesti di seta che un tempo annunciavano la sua presenza e rivelavano i suoi movimenti.

Una delle caratteristiche più affascinanti della villa è il giardino formale, concepito per essere guardato dall’alto, che raccoglie le tre anime digiardino villa pisani Evelina: la forte radice inglese, che si manifesta nel gusto vittoriano, la tradizione italiana, ben visibile nella naturalità del parco circostante, e il legame con la Turchia, rappresentato dalla fontana che evoca il giardino islamico. Questo giardino si può considerare un esempio dell’Italianate Garden filtrato dal gusto vittoriano che nel corso dell’ ‘800 si era affermato in Toscana, ma che in Veneto ha trovato riscontro solo a Vescovana. Il capolavoro di questo splendido progetto è la grande quantità e varietà di piante secolari e monumentali, anche non autoctone, le cui dimensioni e chiome fanno di ciascuna un esemplare unico, oltre che storico.

Nel 1900, alla morte di Evelina, l’eredità passò ad un lontano nipote di Almorò, marito della contessa, la cui figlia sposò un Mocenigo: alla fine degli anni ’60, la villa fu ceduta ai Signori Mario e Mariella Bolognesi Scalabrin, dai quali deriva l’attuale nome dell’edificio. Oggi fortunatamente la villa è ancora visitabile per tutto l’anno, con l’eccezione del periodo natalizio (per i prezzi leggete qui), ma non solo: per gli amanti del turismo non convenzionale, Villa Pisani offre un servizio di Bed&Breakfast, con la possibilità di soggiornare in una vera e propria residenza storica, con la possibilità di accedere ad itinerari turistici. Ancora, la villa può essere la location ideale per un matrimonio, una festa o un convegno, oltre ad ospitare periodicamente concerti, spettacoli teatrali, convegni, e ad offrire percorsi naturalistici e attività didattiche per ogni ordine e livello scolastico.

Per informazioni, visitate il sito ufficiale e la pagina Facebook, oltre a tener d’occhio la pagina ufficiale dell’Istituto Regionale delle Ville Venete.

Giulia Volpato 

http://about.me/giulia.volpato#

Alcuni contenuti e funzionalità non sono disponibile per via delle tue preferenze relative al consenso dei cookies

Questo accade quando queste funzionalità/contenuti indicati con “Google Maps” utilizzano cookies che hai scelto di mantenere disabilitati. Per vedere questi contenuti o usufruire di queste funzionalità è necessario abilitare i cookies: click here to open your cookie preferences.