Home Arti e cultura Spettacoli teatrali Padova al TOP, i teatri Off della città!

Spettacoli teatrali Padova al TOP, i teatri Off della città!

1737
0
Teatri off Padova

Vi abbiamo già parlato, qualche mese fa, di un nuovo progetto che è nato a Padova in ambito culturale e che ci ha colpito positivamente per le idee che ne costituiscono la base: comunicazione, coinvolgimento del pubblico, creazione di una rete cittadina.
Era maggio e la cooperativa teatrale TOP Teatri Off Padova era appena nata dalla fusione di cinque realtà distinte che avevano deciso di unire le forze per ampliare i propri orizzonti: Teatro de LiNUTILE, Carichi Sospesi, TPR – Teatro Popolare di Ricerca, Talea Teatro (già Teatrocontinuo) e Amistad Teatro.

Oggi vogliamo presentarvi la prima stagione ufficiale di TOP, che durerà da ottobre 2014 ad aprile 2015, proponendo quaranta spettacoli che si terranno nei tre principali Teatri Off del circuito padovano: il Teatro de LiNUTILE, il Teatro dei Carichi Sospesi e il Teatro Sanclemente. La rassegna è realizzata con il Patrocinio della Provincia e del Comune di Padova.

L’aspetto più apprezzabile è l’evidente desiderio di allargare il proprio pubblico: proprio per questo la Cooperativa cerca di venire incontro alle esigenze di tutti, soprattutto in un periodo delicato come quello attuale. Perciò il prezzo dei biglietti è volutamente contenuto, 10 euro, e un carnet speciale consente di assistere a cinque spettacoli al prezzo di quattro. Ma non è finita qui: grazie alla collaborazione istituita con il Teatro Stabile del Veneto, nell’ottica della creazione di una rete teatrale regionale, i possessori del Carnet Top potranno assistere, al costo di soli 10 euro, allo spettacolo “Il mondo non mi deve nulla” di Massimo Carlotto, oppure ad “Orchidee”, di e con Pippo Delbono, in cartellone nella stagione del Teatro Verdi. Gli abbonati alla stagione del Teatro Stabile del Veneto, infine, potranno accedere a tutti gli spettacoli della Stagione di TOP-Teatri Off Padova al prezzo ridotto di otto euro. Insomma, le agevolazioni previste sono diverse e piuttosto allettanti!

il-padre

Tutti gli spettacoli in programma sono un mix di prosa, musica e danza e trattano temi e generi molto variegati, coinvolgendo interpreti cultori e innovatori, in un’alternanza di tradizione e novità. Il primo spettacolo, che ha inaugurato la stagione sabato 11 ottobre al Teatro Sanclemente, è stato “Il Padre” di August Strindberg, diretto da Stefano Eros Macchi, incentrato su quella forma particolare e secolare di dominio maschile sulla donna che è la paternità. Si prosegue sabato 18 ottobre ancora al Teatro Sanclemente, con lo spettacolo “The winter’s track”. I racconti d’inverno narrano di Fantasmi, dell’Altro da ciò che appare. Storie d’Ombre in grado di lasciare una traccia, una presenza che, in fondo, denuncia un’assenza. Il tema del potere è al centro anche di altri spettacoli, non solo nell’ambito familiare ma anche in quello sociale del lavoro, che finisce per diventare un vero e proprio video game in “This is the only level” della compagnia Amor Vacui, in coproduzione con Carichi Sospesi e Spazio off di Trento, in scena sabato 25 ottobre al Teatro dei Carichi Sospesi per la regia di Lorenzo Marangoni. In linea con l’attenzione della Cooperativa per i temi sociali, un altro spettacolo tratta il tema del lavoro da una prospettiva molto attuale: si tratta di “Made in Ilva. L’eremita” (Teatro Sanclemente, sabato 14 marzo 2015), una composizione drammaturgica a cura di Anna Dora Dorno sulle testimonianze degli operai dell’Ilva di Taranto.

Numerosi sono anche gli spettacoli dedicati alla figura della donna e alla femminilità in generale: in “Obliquom”, delle compagnie Nuvolanove-Officine Papage con la regia di Valentina Arru, in scena venerdì 30 gennaio al Teatro de LiNUTILE, due donne vivono in simbiosi, differenti parti di uno stesso essere, e desiderano disperatamente staccarsi l’una dall’altra. “Questa immensa notte” di Chloë Moss, che sarà messo in scena  dalla compagnia Teatro Cargo Onlus, con la regia di Luisa Scignano, venerdì 13 marzo al Teatro de LiNUTILE, parla invece di due ex carcerate che escono di prigione e devono trovare la forza per ricominciare a vivere. Molti spettacoli inoltre rendono omaggio ai grandi autori del teatro, della musica e della cultura, sia del passato che contemporanei: Shakespeare è al primo posto in questo senso, perchè a lui si ispirano “The Winter’s Track (Traccia Invernale)”, portata in scena sabato 18 ottobre da Abracalam al Teatro Sanclemente,  “Hamlet Routine//Hamle-Tronic”, spettacolo del Teatro Studio Maschera che andrà in scena sabato 17 gennaio al Teatro dei Carichi Sospesi, e ancora“Le vesti pesanti” della Compagnia dell’Ordine Sparso, sabato 7 febbraio al Teatro San Clemente. Non mancano poi spettacoli ispirati al Don Chisciotte, a Picasso, a Bukowski e a molti altri, e altri incentrati sull’incontro tra musica, teatro e danza, come mezzo di incontro e di comunicazione con culture lontane. Da segnalare, infine, le due rappresentazioni dedicate ai bambini (il “Transylvania Circus” del Teatro delle 12 lune, in scena sabato 17 gennaio al Teatro de LiNUTILE e “Charles, la rivoluzione della specie” di Massimiliano Sacchetti, portato in scena sabato 14 marzo, sempre a Linutile, dalla compagnia Raccontareilvero) e gli appuntamenti legati alla sesta edizione del Premio «LiNUTILE del Teatro» che si svolgeranno nel mese di novembre al Teatro de LiNUTILE, incentrati, nel centenario della Grande Guerra, sui fatti drammatici di quegli anni e più in generale sul tema del conflitto.

Per tenere d’occhio tutte le rappresentazioni mese per mese potete visitare il sito ufficiale di TOP e la pagina Facebook .

Giulia Volpato