#visitpadova hashtag Padova ufficiale

Hashtag Padova e provincia. Quali utilizzare per parlare del territorio sui “social” ?

Hashtag Padova. Quest’oggi dopo tanto tempo ho deciso di tornare a parlare di turismo digitale dal punto di vista di chi è interessato alla promozione turistica di una destinazione e, nella fattispecie, parlare degli hashtag, da utilizzare quando si vuol parlare di Padova e dei vari territori della provincia.

L’obiettivo del Blog di Padova è sempre stato ed è tutt’ora quello di dare un contributo a far conoscere il nostro territorio ai padovani, ai residenti, a chi lo frequenta abitualmente per studio e/o per lavoro e a promuoverlo turisticamente.

Mi direte che parlando di promozione turistica di Padova e provincia non sarà questo degli hashtag Padova un tema centrale ed è vero, tuttavia è anche vero che facciamo tutti un gran uso dei social network ed utilizziamo spesso gli hashtag, in particolare su Instagram con l’obiettivo di vedere le nostre foto premiate con più cuoricini possibile quando invece potremo utilizzare gli stessi anche per partecipare e dire la nostra sui luoghi in cui viviamo offrendo così anche un contributo di informazioni a turisti e viaggiatori.

Quali hashtag utilizzare per promuovere Padova ed i territori della Provincia più uno “seminuovo” che ripropongo io!

Se siete interessati ad utilizzare i social network anche con il desiderio di mostrare le bellezze di Padova e provincia, segnalare gli eventi, far vedere al popolo del web le rievocazioni storiche o le varie manifestazioni in presa diretta, “live” con il vostro smartphone o comunque esprimere e condividere attraverso i “social” immagini, pensieri ed emozioni relativi al nostro territorio sia che siate padovani doc o comunque residenti o turisti eccovi gli hashtag Padova da utilizzare:

  • #visitpadova (per la città di Padova e la provincia) Questo è l’hashtag ufficiale di Padova e provincia proposto e promosso anni or sono dall’ufficio turistico della Provincia ed adottato dalla DMO. Visit Padova è anche il profilo della stessa DMO su facebook, @visit_padova su instagram e twitter;
  • #collieuganei è l’hashtag da utilizzare per comunicare  il territorio dei Colli Euganei (clicca per leggere i post del blog dedicati ai Colli Euganei). Sebbene progetto privato il portale ColliEuganei.it ha ormai acquisito l’autorevolezza ed il ruolo di sito di riferimento sul territorio. Visita il sito: http://www.collieuganei.it/
  • #visitarquapetrarca. All’interno del territorio dei Colli Euganei Arquà Petrarca è il borgo più famoso e maggiormente attrattivo per i turisti per cui utilizzare un hashtag  sul “borgo del poeta” permette di usufruire di tutti i contenuti web che gli vengono giustamente dedicati.
  • #valleagredo. E’ la novità dei territori della provincia di Padova che si vogliono proporre come destinazioni turistiche. Tecnicamente Valle Agredo è un marchio d’area  e comprende il territorio dei Comuni del Camposampierese. Esiste un ufficio turistico che propone, promuove attività ed eventi,  cerca di coordinare tutti gli operatori del territorio. Per cui con l’hashtag #valleagredo comunichiamo quell’area dell’alta padovana interessante per un turismo rurale ed enogastronomico, artistico (non mancano le ville venete), escursionistico e naturalistico (grazie ai percorsi lungo la Brenta), religioso (qui ci sono i Santuari Antoniani). Valle Agredo è online con un sito ufficiale http://www.valleagredo.it/ che presenta un social wall dove poter visualizzare i contenuti taggati #valleagredo: sui social con un profili facebook ed instagram , twitter
  • #visitcittadella. La città murata di Cittadella è uno dei borghi medievali che rende particolarmente attrattiva la nostra provincia e la possibilità di percorrere l’intero camminamento di ronda sulla sommità delle sue mura è una delle esperienze più interessanti da fare. Vai al sito web  ufficiale: http://www.visitcittadella.it/  curato dallo Iat
  • #bassapadovana. La campagna a sud dei Colli Euganei è ricca di storia e di fascino, un territorio antico di passaggio di cavalieri, di pellegrini e viandanti, di città murate e castelli ed oggi particolarmente interessante anche per le molte aziende agricole e per i loro prodotti genuini. Monselice, Este, Montagnana rientrano nel territorio della Bassa Padovana. 
  • #visitmontagnana, #visitmonselice, #visiteste: per dare visibilità sui social network a questi splendidi borghi e città murate, ai loro castelli e alle molte attività ed iniziative di cui si può godere visitando questi luoghi.
  • #saccisica . Dai piedi del versante Orientale dei Colli Euganei alla laguna veneta si estende un territorio meraviglioso che freme dalla voglia di emergere e farsi notare. La Saccisica è un territorio antico e ricco di storia, dopo un medioevo inospitale e la bonifica dei benedettini oggi presenta una campagna rigogliosa dove sono molte le produzioni agricole di qualità. Una vasta area da scoprire in modo lento con escursioni in bici, a cavallo o navigando lungo i suoi corsi d’acqua, fino alla laguna veneta, alla Valle Millecampi, l’unico lembo di laguna in provincia di Padova, con i suoi casoni tra canali e barene da scoprire anche in canoa.
  • #visitduecarrare A piedi dei Colli Euganei c’è il territorio che fu la terra natale della potente famiglia dei Da Carrara, signoria di Padova, un territorio di storia e di natura, di interesse turistico per le sue aziende agricole e vitivinicole, il Castello del Catajo, i borghi di Pontemanco con il suo antico mulino, Battaglia Terme e la possibilità di compiere escursioni in barca come i barcari di un tempo e di percorrere itinerari nella natura tra Saccisica e Colli Euganei.

Va da sé poi che chi si occupa di promozione del territorio dovrebbe presidiarli questi luoghi di conversazione, ascoltare, rispondere, partecipare, raccogliere dati per poter essere in grado di cogliere quali sono le opinioni, il gradimento o meno e le esigenze di chi fruisce del territorio (il cosiddetto “sentiment”) e, attraverso i social network, vuole interagire con lo stesso. Sarebbe inoltre opportuno creare o quantomeno favori la nascita di community attorno a ciascun hashtag animate da social media team, sostanzialmente da chi produce contenuti e contribuisce al digital storytelling delle destinazioni.

#PadovaSocial un hashtag non istituzionale ed aperto a tutti che io tornerò ad utilizzare

Anni fa avevo creato l’hashtag #PadovaSocial ed assieme ad altre persone avevamo pensato di costruire un social media team. L’idea non era sbagliata in se, tuttavia fallì per una serie di ragioni. Tuttavia visto che l’hashtag continua ad essere utilizzato ho pensato di riprenderlo e di riproporlo come “luogo di conversazione” e di storytelling collettivo del nostro territorio.

Leggi il post dedicato all’hashtag #PadovaSocial: http://www.blogdipadova.it/padovasocial-hashtag-padova-e-provincia/ e visita il“social wall” di #PadovaSocial con tutti i contenuti postati via Twitter ed Instagram

A volte mi sembra che la preoccupazione maggiore, specie su twitter, sia di lanciare nell’iperspazio i propri contenuti senza prestare troppa attenzione all’interazione con gli altri, questo vale anche per me si intende, perché il tempo non è abbastanza.

Hashtag per una destinazione turistica. Perché utilizzarli e come

#visitpadova hashtag Padova

I post con l’hashtag #visitpadova visualizzati sulla piattaforma TagBoard

Dopo aver suggerito quali sono gli hashtag appropriati da utilizzare se, come il sottoscritto, avete il desiderio di comunicare il nostro territorio è necessario fare alcune precisazioni. Esistono fondamentalmente due tipi diversi di hashtag (almeno in questa sede io ne distinguo due) e cioè gli hashtag creati da privati o anche enti pubblici per esigenze di un proprio progetto, penso a tutti gli hashtag relativi a community di singoli blog, magazine, progetti editoriali, cause sociali, progetti di marketing etc etc e hashtag relativi a territori, a destinazioni turistiche riconosciuti come ufficiali.

Se parliamo di turismo o marketing territoriale gli enti che propongono un hashtag ufficiale e che ha titolo per farlo sono le DMO (Destination Marketing Organization), gli uffici Iat, l’Osservatorio turistico di destinazione (ODT), le agenzie di sviluppo…

Perchè utilizzare gli hashtag? Qual è la loro funzione? Perché quando postiamo una foto su Instagram, un commento o un’opinione su twitter o su facebook è importante utilizzare gli hashtag, queste parole con il cancelletto davanti? Essenzialmente perché l’hashtag è un archivio grazie al quale è possibile raccogliere ed archiviare tutti i contenuti pubblicati che riguardano quel determinato tema, contenuti che quindi possono essere facilmente ricercati e fruiti richiamando l’hashtag stesso. L’hashtag di una destinazione turistica è da promuovere anche per permettere ai turisti stessi di inserirsi nella “conversazione” sulla località che si sta visitando per dire la propria ed interagire eventualmente con i residenti o altri turisti.

Se volete leggere i tweet pubblicati organizzati sotto l’hashtag #turismo non dovete fare altro che scrivere #turismo sul campo di ricerca di Twitter. Se volete vedere le fotografie di Padova su Instagram che hashtag dovete ricercare? Sono moltissimi perché nel corso del tempo, oltre al semplice #Padova e a quello ufficiale dell’agenzia turistica provinciale #visitpadova ne sono stati creati molti in particolare dalla varie community quali #igerspadova, #ig_padua, #volgopadova etc etc, community anche molto numerose gestite da persone in gamba che davvero danno ottima visibilità al nostro territorio. In ogni caso vanno distinte le community nate dal basso con tutte le buone intenzioni per animare il territorio da chi svolge un ruolo istituzionale nella promozione turistica di una destinazione.

Come utilizzare gli hashtag? Responsabilmente e nel rispetto del lavoro di chi crea questi strumenti e li amministra con fini ben specifici e non altri. Se una persona o un’azienda è interessata ad essere raggiunta da un pubblico più vasto ad esempio su un social network come Instagram potrebbe essere tentata di utilizzare tanti hashtag, magari quelli più popolari, facendo poca attenzione alla pertinenza dei propri contenuti rispetto al tema dell’hashtag stesso magari pubblicando solo ed esclusivamente post di natura pubblicitaria sfruttando quel che la rete dona gratuitamente ma senza restituire nulla in cambio. Se volete pubblicare una vostra foto di famiglia, una cena con i parenti o far vedere quanto siete trasgressivi e vi sfondate di grappa, non è opportuno che utilizziate l’hashtag #visitpadova ad esempio perchè questo è quello utilizzato dall’ente turistico della provincia. Poi, per carità, qualsiasi esperienza di vita può avere il suo appeal…

E’ quindi opportuno se si utilizza un hashtag promosso da una community o da una destinazione turistica, quantomeno è una buona regola conoscerne la filosofia, il regolamento interno che si è data, e, guardare quel che viene pubblicato da altri, oltre che pubblicare esclusivamente, può permettervi di scoprire qualcosa di utile ed interessante.

Se si ha il desiderio di pubblicare un contenuto relativo ad una destinazione turistica, una città o un territorio, per commentare, raccontare la propria esperienza è utile conoscere gli hashtag ufficiali di quella destinazione, città e territorio e quelli, per l’appunto, delle eventuali community locali.

Ovviamente le mie sono solo alcune riflessioni per altro mentre sto studiando il libro di uno dei massimi esperti di turismo in circolazione. Il libro è “Social media marketing per il turismo. Come costruire il marketing 2.0 e gestire la reputazione della destinazione“, di J. Ejarque, casa editrice Hoepli. Magari un po’ alla volta, oltre agli hashtag Padova da utilizzare per parlare del nostro territorio sui social vi parlerò di “community”, dei ruoli del community manager e del social media team.

Alberto Botton

Condividi il post! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.