800 Padova festival sull'Ottocento a Padova

800 Padova festival, una nuova iniziativa per celebrare la Padova dell’Ottocento (7-8-9 dicembre)

E’ con gioia ed anche soddisfazione personale che vi annunzio la prima edizione di un nuovo festival in programma a Padova: tenetevi infatti liberi per i giorni 7-8-9 dicembre più domenica 16 dicembre per l’ “800 Padova Festival“, il primo festival dedicato all’Ottocento padovano e al fascino di questo secolo. Tour storico-letterari, visite guidate, incontri con scrittori, musica, rievocazioni storiche ed iniziative per bambini!

L’800 Padova Festival viene proposto da Sugarpulp in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova ed il contributo di varie realtà della città, tra cui Padova Gotica.  I festival avrà il proprio cuore al Caffè Pedrocchi, il monumento per eccellenza della Padova ottocentesco, quel “caffè senza porte” tra i luoghi maggiormente iconici della nostra città ma si svilupperà anche in altri luoghi significativi della città.

Nasce così 800 Padova Festival, dal desiderio dell’associazione Sugarpulp, ideatrice dell’iniziativa, di sostenere e valorizzare ulteriormente quanto fatto finora dal team di Padova Gotica (che ho contribuito a creare da qui la soddisfazione personale) che da qualche anno a questa parte sta proponendo i “Tour nella Padova Gotica dell’800“. E’ partita da me, infatti, l’idea di valorizzare il romanzo thriller di Matteo Strukul “La Giostra dei fiori spezzati. Il caso dell’angelo sterminatore” ambientato nella Padova del 1888 attraverso dei tour  sviluppati e migliorati grazie ad un team di persone che in questa idea hanno voluto credere e a cui si sono appassionati. Si tratta di Tour condotti da guide turistiche abilitate che hanno voluto approfondire la storia, le curiosità, il contesto relativo all’Ottocento a Padova e che, assieme al reading itinerante tenuto da attori del romanzo delle scrittore padovano, anche loro appassionatisi all’idea, e alla partecipazione di figuranti in abiti d’epoca, vogliono ricreare l’atsmosfera del tempo e affascinare con le suggestioni storiche e letterarie.

Ad ideare e ad organizzare  questo festival dell’Ottocento padovano è, come detto, l’associazione Sugarpulp che vanta già una pluriennale esperienza nell’organizzazione di festival letterari quali il SugarCon festival in Polesine e Chronicae, il festival del romanzo storico di Piove di Sacco, e che quindi in questa occasione propone un festival che va oltre la letteratura ma senza trascurarla affatto…continuando a leggere potrete rendervene conto.

800 Padova Festival. Finalmente un festival per riscoprire il fascino dell’Ottocento

La soddisfazione per questo festival, anche personale, nasce dal fatto che me ne sono reso conto io stesso che l’Ottocento (ma se vogliamo anche il Novecento) sono periodi storici di grande fascino e sempre molto trascurati, finora, nella narrazione di Padova, o nello “storytelling” di Padova, se vogliamo usare un termine straabusato.

Per altro parliamo di un secolo in cui videro la luce molti dei grandi romanzi di formazione e di avventura che abbiamo letto da ragazzi e dalle relative trasposizione nel cinema e anche nei cartoni animati, penso all'”Isola del Tesoro” di Stevenson, a Sandokan, al libro “Cuore” di de Amics, a “Piccole Donne” di Louisa May Alcott (per le bambine cresciute che leggono), alle indagine del brillante Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle, al primo romanzo horror, quel Frankenstein di cui ho parlato nel post dedicato a Mary Shelley e al suo soggiorno ad Este e tanti altri.

Tutte storie di cui ci siamo innamorati e che abbiamo amato seguire al cinema, leggendo storie a fumetti e che in quest’epoca di rivoluzione digitale ritroviamo spesso anche nei videogames anche se non è proprio una novità: ricordo il videogioco “Ghostbusters” per il Commodore 64 quando ero un ragazzino io…tanti anni fa ormai, sob! :'(

A testimonianza che sono le storie a fare tutta la differenza. Storie inventate ma anche la storia, quella vera. Anche se ad affascinare rimangono le vicende e le storie personali della gente comune ambientate nello scenario della grande stori. E a Padova che succedeva in quegli anni in cui storie, città del mondo venivano omaggiate dai grandi della letteratura?

L’Ottocento, in Italia così come anche a Padova, ha molto da raccontare: le guerre per l’indipendenza e la nascita dell’Italia, i cambiamenti urbanistici delle città, gli sviluppi e le scoperte scientifiche, la povertà e la fame delle popolazioni delle campagne con carestie ed emigrazioni, etc etc. Eppure della Padova dell’Ottocento si è sempre parlato sempre molto poco: e strofinandomi il dorso delle dita della mano destra all’altezza del cuore posso dire che un contributo per un cambio di tendenza l’abbiamo dato anche noi del team di Padova Gotica. Team formato dal sottoscritto, le guide turistiche Stefania Dantone, Mariaclaudia Crivellaro, Pietro Alberto Venuti, Gianluca Zarpellon gli attori protagonisti del reading de “La Giostra dei fiori spezzati” di Matteo Strukul, il fotografo Matteo Bernardi e Laura Perrone, nelle vesti della protagonista femminile del romanzo “Erendira” nonchè nostra prima fan!

800 Padova festival. Programma ed ospiti della prima edizione!

Il festival, oltre a proporre i Tour della Padova Gotica dell’800, la maggioranza dei quali assolutamente inediti, sarà l’occasione per celebrare il ruolo centrale di Padova nell’Ottocento europeo, del Caffè Pedrocchi,  del Palazzo del Bo, sede dell’Università di Padova ed altri luoghi storici della città quali anche l’Orto Botanico,ma anche di visitare musei e luoghi importanti, rappresentativi della Padova città della scienza, quali il MusMe, il Museo della Storia della Medicinae il Planetario di Padova.

Caffè Pedrocchi 800 Padova festival

Il Caffè Pedrocchi by night

Il programma della prima edizione dell’Ottocento Padova festival prevede  incontri letterari di spessore. Si parlerà di autori e di libri che avranno comunque un legame con l’Ottocento, non mancheranno sfilate di figuranti in abiti storici, tutti rigorosamente confezionati a mano, è in programma una suggestiva serata al Caffè Pedrocchi con una cena ed una rievocazione storica di danza ottocentesca in Sala Rossini. Sono previsti momenti musicali ed eventi per bambini e scuole.

E’ online sul sito ufficiale il programma completo della prima edizione dell’800 Padova Festival. Vi consiglio di consultarlo e di prenotare poichè la maggioranza degli eventi sono a numero chiuso: https://www.800padovafestival.it/

Tra gli ospiti del festival: Giordano Bruno Guerri, Mauro Corona, Nicolai Lilin, Adrian Fartade, Francesca Cavallin, Simonetta Nardi, Vittorio Attene, Maxi Sabbion, Gabriele Campagnano, Giulio Andreetta e tanti altri.

ospiti della prima edizione dell' 800 Padova Festival

Gli ospiti della prima edizione dell’ 800 Padova Festival

La prima edizione dell’800 Padova Festival è realizzata in collaborazione con Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Fondazione Comitato VIII Febbraio, il Parco Letterario Francesco Petrarca e dei Colli Euganei, MUSME – Museo della Storia della Medicina in Padova, il Planetario di Padova, Confesercenti del Veneto Centrale, Padova Gotica, Rosa Antico, Reverie, Venezia 800, LA CASE Books e Leone Italia.

Media Partner: Zhistorica, Blog di Padova, Radio Padova

Per restare aggiornati sul festival seguite la pagina facebook: https://www.facebook.com/800padovafestival/

 

 

Alberto Botton

800 Padova festival, Padova ottocentesca, Ottocento a Padova

Condividi il post! ;)

  1. Pingback: | Recitando-Vittorio Attene Acting Studio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.